Chiese

 

Chiesa di San Pantaleone     Patrono della Città di Limbadi

Caduta dopo una scossa di terremoto,ricostruita in seguito vicino a Piazza Marconi, è dedicata al patrono cittadino. 

La costruzione riflette gli influssi romano-arabo-bizantino e la cupola è in stile moresco. 

Al suo interno è custodita la reliquia di San Pantaleone, una piccola ampolla Reliquia con il preziosissimo contenuto del Sacro Sangue del Santo..,.i preziosi coaguli, nel mese di luglio di ogni anno, prodigiosamente si liquefano, assumendo colore brillante del sangue vivo il giorno 27, la reliquia è stata donata alla Parrocchia di San Pantalone da parte degli eredi del dott. Antonino Saladino il 4 agosto 1996.

 


Chiesa di Maria SS. Addolorata 

Di pregevole valore, di chiara impronta gotico-bizantina, con all’esterno due torri campanarie cuspidate, con un grande rosone centrale.

E' stata più volte ristrutturata e poi totalmente distrutta con il terremoto del XIX secolo Ricostruita intorno al 1925. 

Interessanti le opere d’arte custodite al suo interno, ricca di opere d'arte realizzate dalle maestranze locali. 

Sull’altare principale c’è la statua della Madonna Addolorata tra un affresco che raffigura due schiere di Angeli in adorazione.

Dal sacrato si gode una vista stupenda verso il golfo di Gioia Tauro e verso la Sicilia, di fronte una bellissima Villa Comunale.

 


Chiesa della Madonna del Carmelo, già del SS. Sacramento

Ristrutturata dopo tanti anni dalla caduta provocata dal terremoto, offre la possibilita di vedere le lontane catacombe. 


Chiesa dell'Immacolata (a Caroni)

 

Essa venne costruita nel 1929 presenta un’unica navata illuminata da finestroni laterali.

Si festeggia anche S.Giuseppe in quanto è patrono del paese.

Nella chiesa si trova un artistico crocifisso ligneo di tiglio bianco, opera del Prinoth; un vero capolavoro d’arte.

La croce è in noce manzonia opera di Colombo Labate, falegname-lucidatore nicoterese.

Ai lati sono disposte due statue anch’esse lignee raffiguranti l’immacolata e San Giuseppe con Gesù Bambino in Braccio, opera quest’ultima del “De Lorenzo” datata 1819.

Presso il museo di arte sacra di Nicotera sono conservati due quadri in tela appartenenti a questa parrocchia risalenti uno alla scuola Fiorentina del 1650, mentre l’altra opera del Russo apparterrebbe al periodo compreso fra la fine del 1800 e gli inizi del 1900.

 


Chiesa di Maria SS. della Neve (a Mandaradoni)

 


Chiesa della Madonna della Romania (a Motta Filocastro)

 

Costruita tra il 1628 e il 1748 in stile barocco, edificata sul luogo dove tante volte era stata vista in sogno la Madonna di Romania, che viene festeggiata l'8 settembre di ogni anno. 

La chiesa fu consacrata l'8 maggio 1747 dal Vescovo di Nicotera Francesco Franco.

Fu migliorata dagli arcipreti Michelangelo Corso e Giuseppe Barletta.

È l'attuale Chiesa Matrice, a sinistra della facciata abbiamo una torre campanaria con orologio, mentre l’interno a due navate è abbellito da fregi e stucchi, sull’altare, immersa in un elaborato complesso marmoreo, è posta la statua della Madonna di Romania, raro esempio di Vergine nera. All’interno della chiesa troviamo un antico fonte battesimale.

 


Chiesa dei Sacri Cuori di Gesù e Maria (a Motta Filocastro)

 

La Chiesa è stata eretta nel 1647, all’interno della stessa vi è un’unica navata semplice, sull’altare maggiore abbiamo una splendida tela dell’artista Russo, mentre sul soffitto in legno, spicca un dipinto del Montagnose. 

Nella chiesa Sacri Cuori di Gesù e Maria è custodita la statua dei santi Cosma e Damiano, opera seicentesca in legno di scuola napoletana.

 


Santuario della Santa Croce


La chiesa della di S. Croce prende il nome dal colle, si narra che si tratta di un Vulcano spento sul quale sorge e dove anticamente vennero reperiti una croce e dei ruderi sacri, 

La facciata della chiesa è semplicissima con portale inserito in una struttura muraria leggermente aggettante.
Sull’altare è stato sistemato un crocefisso portato intorno alla metà del XX sec. Da Madre Giovanna F.sca Ferrari, fondatrice dell’ordine francescane del verbo incarnato.

 


Chiesa di San Nicola (a San Nicola De Legistis)

 

All'interno della Chiesa vi è una bella e antica statua di legno. La festa viene celebrata il 6 dicembre, ma spesso si ripete in Agosto per la gioia degli emigranti che trascorrono nel paese natio le ferie estive.

Nella Chiesa si trova anche la statua della Madonna del Rosario, che si celebra la seconda domenica di Ottobre, la statua risale al 1725.

Nella chiesa parrocchiale troviamo anche un quadro della Madonna del Carmelo del XVII secolo, il ciborio dell’altare maggiore, una copia risalente alla fine del 1500, i rilievi dell’abside sono del Gangemi, mentre i quadri ispirati alla vita di San Nicola sono del Rigoli.

 

 

 

Comune di Limbadi © 2012 - Partita I.V.A. 00323370791
Viale Europa, 5 - 89844 Limbadi (VV) - Telefono: +39 0963.85006 - Fax: +39 0963.85005

 

HTML 4.01 Valid CSS
Powered by Asmenet Calabria 
Restyling by 
ToreJeo Web AgencyTourist contents by Tropea.biz

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.255 secondi
Powered by Asmenet Calabria